“Ora +Europa solo agli iscritti. No a cumuli di cariche. SÌ a decisioni condivise sulle elezioni.”

Sottoscrivi la proposta di modifica dello Statuto n. 5 – Promotore: Valerio Federico

I tre soggetti, Centro Democratico, Forza Europa e Radicali Italiani, hanno avuto il grande merito di aver dato vita, nella loro recente azione politica ed elettorale nel Paese, a un’idea, a un progetto, quello della risposta federalista europea, partendo dall’Unione Europea di oggi e di ieri, ai neo etnonazionalismi italiani, così come di aver portato +Europa alla sua costituzione in occasione del prossimo Congresso.

Noi crediamo che proprio il Congresso costituente sia il passaggio adeguato ad aprire una nuova fase, superando del tutto l’assetto attuale, così come previsto dallo statuto che ci proponiamo, a questo fine, di modificare. Lasciamo dunque spazio a un nuovo movimento politico esclusivamente degli iscritti, delle persone, che liberamente scelgono di unirsi per un progetto politico comune.

A questo fine con le seguenti modifiche spezziamo il legame formale tra i soggetti costituenti e il nuovo movimento, così come in futuro tra qualunque soggetto già costituito e il movimento +Europa che va a costituirsi.

Con le seguenti modifiche introduciamo anche l’incompatibilità tra le cariche elettive ai parlamenti nazionali e a quello europeo in essere, e la candidabilità alle cariche apicali, segretario, presidente e tesoriere, di +Europa.

Chiediamo inoltre che la scelta di partecipare a qualunque occasione elettorale venga approvata con maggioranza qualificata.

 

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE «+EUROPA»

Art. 3 – Finalità e Simbolo

3.2 +EUROPA è un’associazione politica che ha l’obiettivo di unire tutti coloro che si riconoscono nei valori del federalismo e della democrazia europea e nei principi dello Stato di diritto, di libertà, uguaglianza e partecipazione che sono alla base della costruzione dell’Unione europea e del rafforzamento del processo di integrazione europea. Promuove politiche in grado di favorire il progresso civile, l’affermazione della persona, la creazione di opportunità di crescita e di lavoro e condizioni per lo sviluppo sostenibile dell’Italia.

La realizzazione dell’integrazione europea e il godimento dei diritti che ne derivano fanno sorgere responsabilità e doveri verso l’intera comunità umana e le generazioni future nella costruzione di una federazione democratica mondiale.

L’unità politica dell’Europa si realizza anche nel rispetto delle diversità tra le comunità territoriali mediante la promozione di ampie ed equilibrate autonomie. L’unità nelle differenze e la diffusione bilanciata del potere tra tutti i livelli istituzionali sono elementi di un unico progetto politico che perseguiamo.

 

Art. 5 – Associati – Soggetti Federati

5.2 Sono Soggetti Federati, previa deliberazione degli organi competenti, i tre soggetti fondatori di +EUROPA, Radicali Italiani, Centro Democratico e Forza Europa. Possono, inoltre, divenire Soggetti Federati altri soggetti politici, nazionali o locali, ai quali venga riconosciuta con delibera assembleare ai sensi del successivo articolo 10.2, n. 7), una rappresentanza nella Direzione di +Europa.

 

Art. 10 – Assemblea

10.2 L’Assemblea:

7) approva l’adesione dei Soggetti Federati attribuendo a ciascun nuovo Soggetto Federato il diritto di designare uno o due componenti della Direzione ai sensi del successivo articolo 11.2;

10.8 I componenti dell’Assemblea che intendano dimettersi devono comunicarlo in forma scritta al Presidente dell’Assemblea, motivandone le cause. In caso di cessazione di membri dell’Assemblea per qualsiasi motivo, subentra il candidato successivo nella lista di candidati della quale il membro cessato faceva parte.

 

Art. 11 – Direzione

11.2 Della Direzione fanno parte:

4) 2 (due) due membri designati da ciascuno dei soggetti fondatori Radicali Italiani, Forza Europa e Centro Democratico;

5) i rappresentanti designati degli eventuali Soggetti Federati, ai quali sia stato attribuito tale diritto ai sensi dell’Articolo 10.2, n. 7); resta in caso che il numero dei rappresentanti designati dai fondatori ai sensi del n. 4) del presente articolo e dai Soggetti Federati ai sensi del presente n. 5 non potrà in nessun caso superare il 25% (venticinque per cento) del numero di membri eletti dall’Assemblea ai sensi dei n. 1 e n. 2 del presente articolo; nel caso in cui il loro numero superasse la soglia del 25% (venticinque per cento), il numero dei membri eletti dalle liste per l’Assemblea sarà automaticamente aumentato, sulla base dei resti residui, fino alla concorrenza del rapporto minimo stabilito;

6) il responsabile estero

6bis) i coordinatori nazionali esteri eletti ai sensi dell’articolo 16.3., senza diritto di voto

  1. La Direzione:

8) approva gli investimenti patrimoniali proposti dal Tesoriere e le priorità nell’utilizzo delle risorse

9) approva le campagne di iscrizione proposte dal Tesoriere e il relativo regolamento; stabilisce l’importo e la scadenza della quota annuale di iscrizione dovuta dagli Associati;

10) delibera sulle questioni a essasottoposte su iniziativa del Segretario, o di almeno un terzo dei componenti;

 

11.6 La Direzione delibera a maggioranza assoluta dei presenti. Le delibere sulla partecipazione alle elezioni amministrative con il simbolo di +EUROPA nei comuni che non sono capoluogo di regione sono approvate con il voto favorevole di tre quinti due terzi degli aventi diritto.

 

Art. 12 – Il Presidente

Il Presidente è eletto dall’Assemblea a maggioranza dei voti espressi e resta in carica per 2 (due) anni. Convoca e presiede le riunioni dell’Assemblea, convoca e presiede il Congresso, sovrintende al rapporto tra gli organi di +EUROPA, coadiuva il Segretario e il Tesoriere nell’attività di rappresentanza di +EUROPA. In caso di urgenza, di impedimento, o di cessazione della carica, subentra nelle sue funzioni il Vicepresidente Vicario. È incandidabile alla carica di Presidente: a) chi ricopre un incarico di governo nazionale o di presidente di regione; b) il membro di giunta o del consiglio regionale; c) il sindaco di comune capoluogo di Regione; d) il parlamentare europeo o nazionale.

 

Art. 13 – Il Segretario

13.6 (…) È incandidabile alla carica di Segretario: a) chi ricopre un incarico di governo nazionale o di presidente di regione; b) il membro di giunta o del consiglio regionale; c) il sindaco di comune capoluogo di Regione; d) il parlamentare europeo o nazionale.

 

Art. 15 – Il Tesoriere

15.1 Il Tesoriere ha la rappresentanza legale di +EUROPA a tutti gli effetti, di fronte a terzi, in tutti i gradi di giudizio, con riguardo allo svolgimento di ogni attività di rilevanza economica e finanziaria in nome e per conto dell’Associazione, con poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, ivi inclusa, in via esemplificativa, la stipula di contratti e negozi di qualsiasi natura, l’apertura e la gestione di conti correnti e di operazioni bancarie in genere, la gestione del personale, la prestazione di garanzie reali e personali e la presentazione di qualsiasi richiesta, istanza o dichiarazione relativa a rimborsi elettorali o ad altri contributi o finanziamenti pubblici di qualsiasi natura. Gestisce, secondo le indicazioni della Direzione, ogni attività relativa ai contributi, rimborsi, benefici e finanziamenti elettorali ricevuti, pubblici e privati, ivi incluso l’eventuale trasferimento di tali importi a partiti o movimenti che hanno promosso il deposito congiunto del simbolo e della lista da parte dell’Associazione, nel rispetto della legge e degli accordi eventualmente stipulati con tali soggetti. Il Tesoriere ha la responsabilità della gestione amministrativa, contabile, finanziaria e patrimoniale di +EUROPA a tutti i fini di legge. Il Tesoriere nomina il Responsabile del trattamento dei dati personali ai sensi degli art. 28-29 del D.lgs n.196/2003 e ss. mm. In caso di morte, dimissioni, impedimento permanente o di decadenza dalla carica è immediatamente convocata una Assemblea per la sua sostituzione e nelle more i poteri del Tesoriere sono esercitati dal Segretario. L’Assemblea può sfiduciare il tesoriere eletto con un voto a maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto, in una riunione convocata dal Presidente su richiesta di almeno un terzo dei membri dell’Assemblea con questo solo punto all’ordine del giorno.

15.9. È incandidabile alla carica di Tesoriere: a) chi ricopre un incarico di governo nazionale o di presidente di regione; b) il membro di giunta o del consiglio regionale; c) il sindaco di comune capoluogo di Regione; d) il parlamentare europeo o nazionale.

 

Art. 17 – Esercizio sociale e bilanci

17.1 L’esercizio sociale è dall’1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

17.2 Non possono essere distribuiti agli Associati, neanche in modo indiretto, eventuali utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, salvo il trasferimento ai soggetti fondatori di eventuali contributi per l’attività politica, che può essere deliberato dall’Assemblea.

 

 

Sottoscrivi la proposta di modifica dello Statuto n. 5 – Promotore: Valerio Federico